mercoledì 3 ottobre 2012

crema di zucca con porcini

Adoro l'autunno: zucca, funghi, patate dolci, giuggiole, cachi,...una varietà straordinaria di frutta e di verdura con sapori e attitudini tutte particolari. La zucca è decisamente la mia preferita dato che si presta a innumerevoli interpretazioni, dolci e salate. Quindi tenetevi pronti perchè ve ne racconterò proprio tante di ricette con questo fantastico ortaggio. Oggi comincio con una semplicisima crema di zucca. Inutile dire che la zucca deve essere eccellente. Il mio consiglio è di comperare le zucche che trovate già tagliate e metà così potete vederne il colore della polpa. Deve essere di un colore giallo-arancio intenso........Almeno io faccio così e di solito ci prendo!!!!!!!

ingredienti per 4 persone:
1 cipolla media
2 carote 
600gr di zucca
1lt di brodo
40gr di funghi porcini secchi
1 spicchio d'aglio
olio extra vergine di oliva
esecuzione:
Mettere a bagno i funghi porcini prima di cominciare a preparare la zuppa. Seguire le indicazioni riportate sulla busta. Solitamente devono stare a bagno un paio d'ore e poi si tolgono dall'acqua, si curano e si fanno cuocere in  un tegame in cui avrete precedentemente fatto soffriggere in un po' d'olio uno spicchio d'aglio tagliato a metà. Lasciare andare aggiungendo un po' di acqua calda quando si asciugano troppo. Aggiustare di sale e di pepe e spegnere quando sono cotti.
Curare la zucca: togliere la buccia, i semi  e i filamenti interni e tagliarla a pezzi. Curare le carote, pelarle e grattugiarle.  In una pentola mettere la zucca, la carote,  la cipolla  a pezzi e il brodo. Avevo del brodo di pollo leggero già pronto ma può andare benissimo anche del brodo vegetale. Lasciare andare sino a quando la zucca sarà diventata tenera. Regolare di sale e spegnere. Frullare e versare nei piatti fondi o nelle coppette. Aggiungere una cucchiaiata generosa di porcini, una macinata di pepe e un filo di olio.







mercoledì 26 settembre 2012

risotto con la luganega (salsiccia)

Il risotto con la luganega è un tipico piatto veneto. La luganega è una salsiccia di maiale con un impasto particolare che viene fatta risalire addirittura alla presenza romana nel Veneto. Viene prodotta sottile e lunga e si vende "a metro".


ingredienti per 4 persone:

320gr riso carnaroli
150gr di luganega
1/2 cipolla
brodo di carne
1/2 bicchiere di vino bianco
olio extra vergine di oliva
burro
parmigiano reggiano grattugiato
sale
pepe nero
esecuzione:
In una pentola fare soffriggere nell'olio la cipolla tritata. Quando sarà dorata aggiungere la luganega preventivamente privata del budello e tagliata a pezzetti. Fare rosolare qualche minuto e poi versare il riso. Farlo tostare e versare il vino e farlo sfumare. Cuocere il risotto aggiungendo gradualmente il brodo caldo. Aggiustare di sale. Terminare la cottura e fare mantecare con burro e parmigiano reggiano. Servire con una generosa macinata di pepe nero.

riso al latte

Queste giornate di settembre sono ancora belle e assolate ma quando arriva la sera l'aria fresca ci fa capire che oramai è quasi autunno. E in questi momenti ho voglia di cose e cibi "cocooning" ,  "coccolosi": la mia morbida felpa grigia, un buon libro e qualcosa che mi scaldi e che abbia un buon profumo. Il riso al latte è una di quelle cose che adoro sin dall'infanzia: morbido, cremoso con questo delicato profumo di noce moscata è proprio quello che ci vuole!!!


ingredienti per 4 persone:
1,5lt di latte intero
300gr di riso
50gr di burro
50 gr di parmigiano grattugiato
noce moscata
sale
esecuzione:
Scaldare il latte con un pizzico di sale. Quando comincia a bollire  versare il riso e il burro e fare cuocere mescolando di tanto in tanto. Spegnere quando il riso è cotto. Aggiustare di sale, aggiungere il parmigiano e mescolare. Versare nelle ciotole o nei piatti fondi e aggiungere una abbondante grattugiata di noce moscata.

domenica 23 settembre 2012

merenda in giardino


Le giornate sono ancora calde e assolate e ne approfitto per godermi ancora il giardino. Ieri ho organizzato una merenda con alcuni amici di mio figlio e con le relative mamme. Ho preparato qualche dolcetto che adesso vi racconto e poi la mia amica Chiara ha portato dei fantastici muffin al cioccolato.

muffin al cioccolato








torcetti multicolor

crostatine di riso

giovedì 20 settembre 2012

crostatine di riso

Ed ecco anche le crostatine di riso. Sono piaciute tantissimo!!! Ho utilizzato la pastafrolla pronta per ragioni di tempo ma se preferite potete farla voi in casa.

ingredienti:
1 lt di latte
220gr di riso
160gr di zucchero
3 uova intere
5 tuorli d'uovo
40gr di burro
80gr di uvetta
scorza di limone
sale
esecuzione:
Mettere l'uvetta in ammollo in acqua tiepida una mezz'ora prima di cominciare. 
Fare cuocere il riso nel latte con la scorzetta di limone. Ci vorranno circa 20 minuti in base alla qualità di riso che avete scelto. Ovviamente non dovrà essere al dente ma ben cotto. A metà cottura aggiungere un pizzico di sale, lo zucchero e l'uvetta ammollata sgocciolata bene. Spegnere il fuoco e quando si sarà intiepidito aggiungere il burro e le uova e mescolare bene.
Nel frattempo preriscaldare il forno a 180°.
Imburrare e spolverizzare con il pangrattato gli stampini. Stendere il rotolo di pastafrolla, ritagliare dei cerchi grandi quanto i vostri stampini e adagiarli in ciascuno stampino facendolo aderire bene alle pareti. Ovviamente potete anche decidere di fare un'unica crostata allora in tal caso mettete direttamente la pastafrolla con la sua carta forno sulla vostra tortiera. 
Versare il composto evitando di arrivare troppo a filo del bordo ma fermandosi un attimo prima. 
Infornare per circa 30 minuti. Dovete comunque controllare la cottura della pastafrolla che deve essere leggermente dorata e asciutta. Il tempo di cottura potrà variare in base a quanto è liquido il composto con il riso.

martedì 18 settembre 2012

torcetti multicolor

Questi biscottini sono stati un vero successo: i bambini erano affascinati dai colori e li hanno utilizzati come bastoncini per comporre le lettere dell'alfabeto!!!  Sono super-facili  da preparare e veramente belli!!! A me sono piaciute le codette colorate ma si trovano una miriade di decorazioni diverse in commercio!!

ingredienti:
1 rotolo di pastafrolla
codette colorate
latte
esecuzione:
preriscaldare il forno a 180°. Stendere la pastafrolla sulla teglia del forno e con l'aiuto di una rotella tagliapasta tagliare delle strisce larghe 3 cm. Spennelarle con del latte su entrambi i lati e torcerle ciascuna su se stessa. Cospargere con le codette colorate e infornare per 10-15 minuti e comunque sino a quando saranno leggermente dorate.





muffin al doppio cioccolato


ingredienti per 10 muffins:
200 gr di farina
40 gr di cacao amaro
160 gr di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci
150 ml di latte
2 uova
50 gr di burro
40 gr di gocce di cioccolato
esecuzione: Si procede come di solito nella preparazione dei muffins, formando due composti separati con gli ingredienti umidi e con quelli secchi.In una terrina mescolate le uova con il latte e il burro fuso. A parte mescolare la farina , lo zucchero, il cacao, il lievito e le gocce di cioccolato. Unire quindi i due composti, quelli secchi sull’umido amalgamando delicatamente l’impasto con una frusta o un cucchiaio di legno. Imburrare e infarinare gli stampini per muffins e versare con un cucchiaio il composto per 2/3 all’interno degli stampini. Infornare i muffins al cioccolato a 180° per 25/30 minuti (o finché infilando uno stecchino nel muffin, non ne esca pulito e asciutto). Lasciare raffreddare i muffins al cioccolato prima di toglierli dagli stampini e servirli.


sabato 15 settembre 2012

bavette alla ferrarese

Ho mangiato questo piatto qualche anno fa in un ottimo ristorante di Ferrara e mi è piaciuto tantissimo. Da allora mio marito e io l'abbiamo ribattezzato "bavette alla ferrarese" ed è entrato a far parte del menù "continuativo" della famiglia. E' un sugo a base di ingredienti mediterranei, con accostamenti di sapori decisi e delicati. Un piatto quotidiano ma degno di essere preparato anche per ospiti!

ingredienti per 4 persone:
30 pomodori ciliegini
360gr di bavette
12 filetti di alici sott'olio
50gr di ricotta
1 spicchio d'aglio
peperoncino fresco
ricotta
sale
pepe
olio extra vergine di oliva
esecuzione:
Fare bollire una pentola di acqua salata.
Lavare i ciliegini e tagliarli in 4 parti. Tenerne da parte 4 per la decorazione del piatto. In un tegame fare scaldare un po' d'olio e fare soffriggere l'aglio tagliato a metà. Toglierlo e aggiungere i pomodorini, sale, pepe e un pezzetto di peperoncino e lasciare cuocere a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto sino a quando i pomodorini si saranno appassiti. Aggiungere un po' d'acqua di cottura della pasta qualora si seccassero troppo. Spegnere il fuoco e mettere le alici a pezzetti che si scioglieranno nel sugo caldo. Aggiungere la ricotta e un po' di origano e mescolare.
Nel frattempo avrete fato cuocere la pasta. Scolatela e versatela nel tegame e fatela saltare con un po' d'acqua di cottura della pasta. Disporla nei piatti e decorare a piacere con pomodorini e filetti di alici.
il consiglio: 
la quantità di ricotta è molto soggettiva. Preferisco metterne poca per non rendere il piatto eccessivamente delicato, ma potete decidere di aumentare la dose secondo il vostro gusto.

venerdì 14 settembre 2012

tartare di ricciola alle olive nere belle di cerignola

Il venerdì è giorno del mercato del pesce ed è consuetudine a casa mia un menù di pesce a pranzo o a cena. Poi quando arrivo al mercato mi faccio veramente intrigare dalle varietà, dai colori e poi amo ascoltare le ricette che le clienti ma anche chi vende raccontano. Se non mi trattenessi potrei fare scorte per un ristorante. Oggi il mio pescivendolo di fiducia aveva una bellissima ricciola e non ha dovuto insistere molto per farmela acquistare. Era freschissima e allora ho deciso di utilizzarla a crudo e di preparare una tartare. Veramente favolosa!!! L'esecuzione è veramente veloce e semplice e la soddisfazione del palato è alle stelle, se amate il pesce crudo ovviamente!!!!
ingredienti per 4 persone:
1 fetta di ricciola (4-500gr ca)
limone
olio extravergine di oliva
sale
pepe
4 olive nere belle di cerignola
esecuzione:
Lavare e curare la fetta di ricciola tenendo solo la polpa. Tagliarla a dadini piccoli e metterla in un contenitore con poco succo di limone, un po' di olio, sale e pepe. Coprire con una pellicola e mettere in frigo per 10 minuti. 
Estrarla dal frigo e con l'aiuto di un coppapasta posizionarla nei piatti. Preparare le olive a pezzetti e disporle sopra alle tartare.

martedì 4 settembre 2012

treccia di sfoglia con banane

Il sapore della banana cotta mi ricorda l'infanzia. Mia mamma che ha vissuto per molti anni in sudamerica era solita prepararmi la carne accompagnata al riso in bianco e come contorno faceva cuocere le banane in tegame con un po' di burro. Diventavano cremose e saporite: mmhmmm, una vera delizia e poi versava il loro sughino sul riso bianco.
Quando finalmente ci sono andata io è stato bellissimo riscoprire questi sapori e questi abbinamenti dolci-salati. Pensate che vendono le banane fritte come delle chips di patate, nei sacchettini colorati.
Vi racconto questa storia per dirvi come è nato questo dolce, che si prepara come uno strudel, ma che ha alla base questo sapore di banana cotta che volevo rivivere. E allora sono partita dalla mia amata pastasfoglia e ho giocato con gli ingredienti che mi sembravano più in sintonia.
Devo dire che sin dal primo boccone ho riprovato quel sapore dolce di banana cotta e poi tutto il resto si sposava a meraviglia. Deve essere mangiato assolutamente caldo, al massimo tiepido e poi ci ho abbinato una pallina di gelato alla vaniglia. Un vero Paradiso!!!!


ingredienti per 4 persone:
1 rotolo di pasta sfoglia
1 banana matura
2 biscotti Grancereale
2 cucchiai di marmellata di pesche o albicocche
2 cucchiai di zucchero di canna
40gr di uvetta
limone
20gr di burro
2 cucchiai di nocciole tritate

esecuzione:
Mettere in ammollo l'uvetta in acqua tiepida almeno mezz'ora prima di cominciare.
Preriscaldare il forno a 180°.
Stendere la pastasfoglia sulla teglia. E' meglio quella con la forma rettangolare, ma se avete in casa quella tonda (come è successo a me) rifilarla leggermente per darle una forma simile a un quadrato.
Suddividerla idealmente in tre parti uguali, segnando leggermente con il coltello. A questo punto tagliare delle strisce sulle 2 parti laterali.Nella parte centrale (che sarà rimasta intera) cominciare a 
spalmare la marmellata, poi stendere la banana che avrete sbucciato e tagliato a fettine e infine distribuire l'uvetta sgocciolata. Spolverizzare con lo zucchero, qualche goccia di limone (poche!) e poi aggiungere i biscotti sbriciolati. Distribuire qualche fiocchetto di burro e cominciare l'intreccio come vedete nelle foto. Una volta terminato bagnare leggermente con acqua la superficie del dolce con l'aiuto di un pennello.


Cospargere con le 
nocciole tritate e 
infornare.
Lasciare in forno 20 minuti e comunque sino a quando sarà dorata in superficie.

Servire calda accompagnata da gelato alla vaniglia.







venerdì 31 agosto 2012

involtini di melanzane

Non so se è questo repentino abbassamento della temperatura  o il fatto che finalmente sono a casa con la mia cucina e i miei "attrezzi", ma mi é scattata la voglia di cucinare e di preparare cibi golosi. Oggi ho preparato queste buonissime melanzane con una saporita farcitura a base di pangrattato,parmigiano, acciughe,capperi,....abbinate a un delizioso sughetto di pomodoro. Le ho servite come piatto unico abbinate a un riso bollito, ma lascio a voi il piacere di mangiarle anche come contorno, o da sole magari facendo la scarpetta con del pane.

ingredienti:
2 melanzane lunghe
1 spicchio d'aglio
100gr pangrattato
50gr parmigiano reggiano grattugiato
40gr di acciughe sott'olio sgocciolate
1 cucchiaio di capperi sott'aceto sgocciolati
4 pomodori secchi
1 uovo
300ml di passata di pomodoro
2-3 foglie di basilico
latte
sale
pepe
olio extravergine di oliva
esecuzione:
Lavare le melanzane, togliere le foglie e il gambo  e tagliarle nel senso della lunghezza a fette alte circa 1/2 cm. Metterle in uno scolapasta con del sale e lasciarle circa 30 minuti affinchè perdano l'acqua. Asciugarle bene con della carta da cucina e friggerle in un tegame con l'olio bollente. Asciugarle e metterle da parte.
Nel frattempo in una terrina versare il pane grattugiato, il parmigiano, un po' di sale, di pepe e di origano. Frullare a parte i pomodori secchi, i capperi e le acciughe e poi unirli al composto. Aggiungere l'uovo  e mescolare bene in modo da amalgamare gli ingredienti. Se l'impasto dovesse risultare troppo asciutto e sgranato, aggiungere un po' di latte e impastare con le mani.
In un tegame largo fare soffriggere lo spicchio d'aglio senza buccia e tagliato a metà. Toglierlo prima che imbiondisca e aggiungere la salsa di pomodoro. Aggiungere sale, pepe e le foglie di basilico spezzettate con le mani e lasciare cuocere a fuoco moderato.
Finché cuoce il sugo cominciare a preparare gli involtini: impastare con le mani delle polpette con l'impasto e posizionarle una in ciascuna fetta di melanzana. Arrotolare e fermare con uno stuzzicadenti. Dopo che il sugo si sarà cotto per 15 minuti aggiungere gli involtini e lasciarli cuocere per altri 15-20  minuti girandoli a metà cottura. Sono buoni caldi ma anche tiepidi.





lunedì 27 agosto 2012

coucous con pollo e verdure

Il couscous mi ricorda un viaggio in Marocco fatto tanti anni fa. Mi era piaciuto moltissimo e ne avevo acquistato un pacchetto per poterlo rifare a casa. E poi, come mi capita spesso, il tempo è passato, è svanita l'emozione del viaggio, sono rientrata nella quotidianità  e non l'ho  più fatto.... Negli ultimi anni   fortunatamente è facile trovarlo nei menù dei ristoranti e  gli ingredienti sono facilmente reperibili nei supermercati. Così ieri sono andata nelle mia azienda agricola preferita e ho fatto scorte di verdure e mi sono messa all'opera. 
ingredienti per 4 persone:
280gr di couscous
400gr di petto di pollo
1 cipolla
1 peperone giallo
2 zucchine
2 pomodori
2 carote
150gr di ceci in barattolo 
1 spicchio d'aglio
1/2 di vino bianco secco
brodo vegetale
1 bustina di zafferano
sale
pepe
olio extra vergine di oliva

esecuzione:
Tagliare a pezzetti il pollo. In un tegame scaldare un po' d'olio e fare soffriggere mezza cipolla tritata. Aggiungere il pollo e fare rosolare a fuoco vivo. Salare, pepare e sfumare con il vino bianco. Aggiungere un po' di brodo vegetale, in cui avrete sciolto la bustina di zafferano, incoperchiare  fare cuocere per 20 minuti a fuoco moderato. 
Nel frattempo preparare le verdure: la mezza cipolla rimasta tagliata a rondelle, le carote, il pomodoro e le zucchine a tocchetti e il peperone, già curato del gambo, dei semi e delle parti bianche, tagliato a listerelle.
In un  tegame largo scaldare 2 cucchiai di olio con lo spicchio d'aglio sbucciato e tagliato a metà e cominciare ad aggiungere le verdure. Prima cipolla, peperone e carota e dopo 10 minuti aggiungere le zucchine. Regolare di sale e pepe e lasciare andare per altri 10 minuti. Aggiungere un po' di brodo se vi sembra che le verdure si stiano seccando. Alla fine aggiungere i ceci sgocciolati, i pomodori tagliati a pezzi e il pollo. Mescolare e lasciare cuocere ancora 10 minuti.

Preparare il couscous secondo le indicazioni della confezione. Quando sarà pronto versatelo nel tegame con il condimento e mescolate. Versare in una terrina o un piatto da portata e servire.

sabato 11 agosto 2012

spaghetti saporiti


Eccovi un'altra ricetta di quelle superveloci, da fare mentre cuoce la pasta. E'un sughetto saporito che preparo quando sono in crisi perchè “non ho niente in cucina” . Ci sono tutti gli ingredienti tipici mediteranei che non mancano mai in dispensa!!


ingredienti per 4 persone:
360gr di spaghetti 
200gr pomodori ciliegini
1 cucchiaio di capperi sgocciolati
6 filetti di acciuga
2 cucchiai di pangrattato
60gr olive verdi
aglio
prezzemolo tritato
olio extravergine di oliva
esecuzione:
Fare bollire una pentola di acqua, salare e versare la pasta. Scaldare in un tegame l'olio e fare soffriggere 2 spicchi d'aglio tagliati a metà. Quando cominciano a dorarsi toglierli e aggiungere l'acciuga a pezzetti e lasciarla sciogliere. Aggiungere il pangrattato e farlo soffriggere. Aggiungere i ciliegini tagliati a pezzetti, salare e lasciare sul fuoco altri 5 minuti. Se il sugo dovesse seccarsi troppo aggiungere un po' di acqua di cottura della pasta. Spegnere e aggiungere olive tagliate a rondelle, prezzemolo e capperi. Scolare gli spaghetti e condirli nel tegame del sugo facendoli saltare con un po' di acqua di cottura.

lunedì 6 agosto 2012

sandwich di zucchine

Estate, caldo,.....ci consigliano sempre di preferire frutta e verdure per la nostra alimentazione in questo periodo. Ma poi è bello che la salute vada di pari passo con il gusto.  E allora vi suggerisco questo piatto fresco, sano, veloce e anche bello da vedere!!! Un sandwich di zucchine ai ferri farcito con della stracciatella e del prosciutto cotto, irrorato con qualche goccio di olio extra vergine di oliva e qualche foglia di prezzemolo tritata. Facile, no? E con pochi ingredienti che, proprio per questo devono essere assolutamente buoni e freschi! Io l'ho servito come secondo piatto ma si presta anche da antipasto oppure da piatto unico.



ingredienti:
zucchine
prosciutto cotto
stracciatella 
olio extra vergine di oliva
prezzemolo tritato
sale
pepe
esecuzione:
Spuntare le zucchine e tagliarle a fette sottili nel senso della lunghezza. Grigliarle sulla bistecchiera o sul grill. In ciascun piatto disporre due fette di zucchina ( se la fetta è troppo lunga tagliarla a metà ), salare e pepare e condire con qualche goccia di olio. Appoggiare una fetta di prosciutto e una cucchiaiata abbondante di stracciatella. Chiudere il sandwich con altre due fette di zucchina. Aggiungere sale, pepe e una manciata di prezzemolo tritato.  Condire con un filo di olio e servire.

sabato 4 agosto 2012

saccottini di mortadella con stracciatella e pistacchi

Per la cena di cui vi ho raccontato ho  provato questi nuovi saccottini. Sono molto morbidi con questo involucro di profumata mortadella e un cuore di cremosa stracciatella e croccanti pistacchi. Una vera leccornia!!!!






ingredienti per 4 persone (12 saccottini):
6 fette di mortadella tagliata leggermente più grosse
100gr di stracciatella
50gr di pistacchi
erba cipollina
esecuzione:
Fare bollire un pentolino di acqua e  sbollentare per un minuto le foglie di erba cipollina in modo che si ammorbidiscano. Toglierle dall'acqua e metterle ad asciugare. Le utilizzerete per chiudere i saccottini.
In una ciotola mescolare la stracciatella e romperla delicatamente con la forchetta affinché non abbia pezzi troppo grossi. Tritare leggermente i pistacchi senza polverizzarli, mantenendoli a pezzi piuttosto grossi e aggiungerli alla stracciatella. Con un coppapasta non troppo piccolo (altrimenti farete fatica a chiudere i saccottini) ricavare da ciascuna fetta di mortadella due fette più piccole e disporre al centro di ciascuna un po' del composto (circa un cucchiaino da caffé) e chiudere raccogliendo i bordi. Fermare arrotolando la foglia di erba cipollina sbollentata e fare un nodo. 
Servire appena fatti oppure metterli in frigo se li preparate in anticipo.




cena estiva in giardino


Giovedì sera ho organizzato una cena in giardino con alcuni amici. Ho stravolto le regole e ho preparato una cena un po' sfiziosa che non ha seguito i canoni classici del menù. Solo antipasti, primi e dolci!!
Vi racconto il mio menù:
Antipasti
Croissant con prosciutto cotto, asiago e semi di sesamo
Calzoncelli con mozzarella, acciuga e semi di papavero
Mezze lune con ricotta, mortadella e pistacchi
Saccottini di bresaola equina all' erba cipollina
Saccottini di mortadella con stracciatella e pistacchi
Primi
Trofie al pesto di basilico
Trenette al pesto di pomodori secchi e pistacchi
Dessert
Coppette di crema al mascarpone con pesche e nocciole
Torta tenerina al cioccolato (della mia amica Chiara, che vi racconterò prossimamante)
Sono tutte ricette che ho già pubblicato nel mio blog, magari con qualche modifica, e che potere trovare se decidete di prendere qualche spunto!!!

lunedì 30 luglio 2012

panna cotta alle more

La mia amica Daniela ha festeggiato il compleanno qualche giorno fa e avevo in mente di dedicarle un dolce. Ero un po' indecisa, dato che ha dei gusti particolari ed è particolarmente esigente....E poi oggi mi hanno portato delle more appena colte e non mi sono lasciata sfuggire l'occasione di preparare la panna cotta. Avevo uno stampo nuovo in silicone e l'ho utilizzato per fare delle porzioni mignon veramente belle!!! Auguri Dany!

ingredienti per 6 persone:
800ml di panna
250gr di more
4 fogli di colla di pesce
200gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di zucchero
1 bacca di vaniglia
esecuzione:
Mettere a bagno in acqua la colla di pesce per 10 minuti. 
In un pentolino scaldare a fuoco lento la panna, lo zucchero a velo e la bacca di vaniglia incisa sulla lunghezza. Lasciare sul fuoco per una decina di minuti senza mai raggiungere il bollore. Aggiungere la colla di pesce ben strizzata e mescolare. Spegnere il fuoco.
Lavare e curare le more e poi frullarle. Filtrare con un colino per eliminare le parti dure.
Versare metà del succo  nel pentolino con la panna e  mescolare bene. Bagnare leggermente lo stampo di silicone e riempirlo con il composto. Mettere in frigo per almeno 4 ore.
Mescolare il succo di more rimasto con un cucchiaio di zucchero e metterlo in frigo.
Capovolgere le singole porzioni sui piatti da portata e decorare con lo sciroppo di more. 



martedì 24 luglio 2012

farfalle con bresaola, rucola e mozzarella

Oggi vi racconto questa ricetta fresca e appetitosa. Pochi gli ingredienti: una saporita bresaola che sposa un aromatico trito di rucola e infine il morbido sapore della mozzarella che armonizza l'insieme. Buonissima, facilissima e graditissima a tavola!
Potete decorare il piatto con  delle roselline di bresaola....Sono facili da fare e belle da vedere!!!!
ingredienti per 4 persone:
360gr di farfalle
100gr di bresaola equina o di manzo
1 manciata di rucola
1/2 mozzarella
olio extra vergine di oliva
sale
pepe
1/2 limone
esecuzione:
Tagliare la bresaola a pezzetti e metterla in una terrina con il succo del mezzo limone. 
Nel frattempo fare bollire una pentola di acqua e fare cuocere la pasta.
Curare e lavare la rucola. Asciugarla, tagliarla a pezzetti e aggiungerla alla bresaola con poco sale, pepe, olio e mescolare. Scolare bene la pasta e versarla nella terrina. All'ultimo momento aggiungere  la mozzarella tagliata a pezzetti.

domenica 22 luglio 2012

buranei

I buranei sono i tipici biscotti veneziani dell'isola di Burano. Come tutte le ricette legate alla tradizione è un po' frutto di passaparola e di variazioni personali. Io vi dò la mia versione di veneziana di "campagna" (come dicono i veneziani che vivono in laguna) dato che vivo in terraferma.
Hanno la caratteristica forma a "S". Sono croccanti e molto saporiti e si accompagnano molto bene ai vini passiti. Per l'occasione ho aperto un Dindarello, ma vanno benissimo anche Vin Santo, Zibibbo,.... Oppure mi piacciono con lo zabaione. Mhmmm.....!!!!


ingredienti:
500gr di farina
250gr di zucchero
5 tuorli d'uovo
150gr di burro
1/2 bacca di vaniglia
1 limone
sale
esecuzione:
Preriscaldare il forno a 180°.
Nel robot mettere il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e mescolare alla minima velocità sino a ottenere una crema omogenea. Aggiungere poi una alla volta i tuorli d'uovo. Poi la polpa di mezza bacca di vaniglia e la scorza grattugiata di mezzo limone. Infine aggiungere il sale e la farina.
Togliere l'impasto dal robot e impastare a mano. Prendere dei pezzi di pasta  e fare  delle strisce spesse quanto un dito a cui poi dare la forma di "S" e disporle sulla teglia del forno rivestita di carta. Infornare per 20 minuti. 
il consiglio: 
A me piacciono un po' pallidi non troppo dorati....

giovedì 19 luglio 2012

saccottini di bresaola equina all'erba cipollina

Vi devo confessare di essere un po' in difficoltà in questi giorni. Questa "lunga estate calda" sta mettendo alla prova la mia fantasia  e non so più cosa preparare come secondo piatto.  Roberta, che è una delle persone con cui mi confronto più spesso a proposito di ricette e di ingredienti, mi ha suggerito la ricetta di questi fagottini. Non solo: mi ha portato anche l'erba cipollina del suo orto che è un ingrediente fondamentale assieme alla robiola.
La preparazione è piuttosto veloce: basta solo un po' di manualità nel confezionare i saccottini e alla fine si presentano davvero bene!! E sono veramente buoni!!
ingredienti per 4 persone:
100gr di bresaola equina (se non la trovate va benissimo anche quella di manzo)
1 mazzetto di erba cipollina 
100gr di robiola
esecuzione:
Fare bollire un pentolino di acqua e  sbollentare per un minuto le foglie di erba cipollina in modo che si ammorbidiscano. Toglierele dall'acqua e metterle ad asciugare. Le utilizzerete per chiudere i saccottini (una per ogni fetta di bresaola).
In una ciotola mescolare la robiola con 3 foglie di erba cipollina (non sbollentata) tagliate a pezzetti piccolissimi. Disporre al centro di ciascuna fetta di bresaola un po' del composto (circa un cucchiaino da caffé) e chiudere raccogliendo i bordi. Fermare arrotolando la foglia di cipollina sbollentata e fare un nodo. 
Servire a temperatura ambiente oppure freddi.


domenica 15 luglio 2012

torta al cioccolato con confetti colorati

Giovedì ho organizzato una merenda con gli amici  di mio figlio di 4 anni. Vi confesso che ero un po' in crisi sul menù. Ho optato per un buffet con  i classici panini al latte farciti con i salumi, le immancabili patatine e pop-corn e poi volevo fare qualcosa di dolce che potesse accontentare l'occhio e i palato di questi cucciolotti. E allora ho ripescato la ricetta di una torta al cioccolato che vi avevo già raccontato. Ho fatto  qualche modifica, l'ho ricoperta di confetti colorati ed è venuta bellissima e buonissima!!!




ingredienti:
120gr burro
200gr cioccolato fondente
160gr zucchero a velo
3 uova
70gr farina
1/2 cucchiaino di lievito
1 busta di glassa al cioccolato pronta ( o se preferite una tavoletta di cioccolato fondente)
1 confezione di confetti di cioccolato (Smarties o M&M's)

esecuzione:
Accendere il forno con funzione statica a 170°.
Mettere il burro  e il cioccolato a sciogliere a bagnomaria, in due differenti contenitori.
Versare il burro sciolto in una terrina e aggiungere lentamente lo zucchero, mescolando con la frusta manuale, facendo attenzione a non formare grumi. Aggiungere le uova e mescolare ancora. Poi la farina e il lievito. E poi versare il cioccolato fuso mescolando bene. 
Versare in una teglia imburrata, o preparata con carta da forno e infornare per 20-25 minuti. La torta non deve seccare troppo per mantenere una certa umidità all'interno.
Lasciare raffreddare. Togliere la torta dalla teglia e trasferirla su un piatto da portata. Se usate la glassa già pronta basta immergere la busta nell'acqua bollente per qualche minuto e poi spalmarla sulla torta. Se invece optate per la stecca di coccolato dovete farla sciogliere a bagnomaria. Decorare con i confetti di cioccolato e lasciare che la glassa o la cioccolata si solidifichi. 

martedì 10 luglio 2012

risotto gamberi, zucchine e zafferano

In questi giorni mi contengo moltissimo con gli acquisti: specialmente con quegli ingredienti che richiedono preparativi lunghi e soprattutto particolarmente "caldi"!!! Venerdì però ho trovato dei gamberi bellissimi dal mio pescivendolo  e non ho resistito.  Allora sapete cos'ho fatto? Ho acceso l'aria condizionata a tutta potenza e mi sono messa a preparare un risotto veramente appetitoso!!!
ingredienti per 4 persone:
320gr di riso carnaroli
1 cipolla
1/4 bicchiere di vino bianco secco
300gr di gamberi
3 zucchine piccole
1 bustina di zafferano
burro
parmigiano reggiano grattugiato
sale
pepe
olio extravergine di oliva
1 carota
2 gambi di sedano
esecuzione:
Lavare e curare i gamberi. Mettere da parte le teste e utilizzarle per preparare un brodo con mezza cipolla, il sedano,la carota, sale e acqua. Fare bollire per una mezz'ora e filtrare.
In un tegame versare poco olio e fare rosolare i gamberi e le zucchine tagliate a pezzetti. Salare lasciare cuocere alcuni minuti stando bene attenti a tenere le zucchine "salde".
Nel frattempo soffriggere l'altra mezza cipolla tritata nell'olio e quando comincia a imbiondire versare il riso, mescolare e fare tostare. Bagnare con il vino e lasciare sfumare. Cominciare ad aggiungere il brodo, nel quale avrete sciolto la bustina di zafferano, e portare a cottura come solitamente si fa con il risotto. Aggiustare di sale e 2 minuti prima di spegnere il fuoco aggiungere i gamberi con le zucchine. Spegnere e fare mantecare con burro e parmigiano.

lunedì 9 luglio 2012

spaghetti con alici marinate e pomodori datterini

La "pasta fredda" non mi piace particolarmente, ma le paste con i sughi preparati a freddo, cioè senza cottura possono essere molto buone e anche particolarmente comode in queste giornate estive.  Oggi vi racconto questa ricetta molto appetitosa e molto easy.  Ho utilizzato le alici marinate che ho trovato sfuse dal mio salumiere. Credo si trovino normalmente anche ai banchi gastronomia dei supermercati. Hanno un sapore particolarmente intenso e si abbinano benissimo con i pomodori datterini che sono leggermente dolci.


ingredienti per 4 persone:
360gr di spaghetti
16 alici marinate
30 pomodori datterini
prezzemolo tritato
sale
pepe
olio di oliva extra vergine
esecuzione:
Fare bollire una pentola di acqua salata e fare cuocere gli spaghetti.
Nel frattempo tagliare i pomodori a pezzi e metterli in una terrina. Aggiungere sale, pepe e un po' di olio e mescolare. Tagliare a pezzi anche le alici (tenendone da parte 4 per decorare i piatti) e aggiungerle ai pomodori. Scolare bene gli spaghetti e versarli nella terrina, aggiungere un po' di prezzemolo ed eventualmente dell'altro olio, e mescolare.  Distribuire gli spaghetti nei piatti e decorare appoggiando una alice sopra ciascuno. 

venerdì 6 luglio 2012

coppette di crema al mascarpone con pesche e nocciole

Un "dolcino" dedicato a Elena. La mia amica ha festeggiato il compleanno e non solo: un lavoro favoloso nuovo di zecca. Auguri Elena!
A lei voglio dedicare questa coppetta golosissima composta da una morbidissima crema al mascarpone abbracciata da una base croccante di biscotto e nocciole  e dalle pesche al limone. Una delizia!! 


ingredienti per 6 persone:
per la crema:
3 uova
300gr mascarpone
150gr zucchero
1 cucchiaino di Porto


3 pesche gialle mature
1 limone
50gr di zucchero
10 biscotti ai cereali e fiocchi di avena (tipo Grancereale)
50gr di nocciole tritate
esecuzione:
Sbucciare le pesche e tagliarle a pezzi. Metterle in un contenitore con lo zucchero e il succo del limone. Mescolare e lasciare da parte.
Mescolare i tuorli con lo zucchero con la frusta sino a che il composto risulta cremoso e di colore giallo chiaro. Aggiungere il mascarpone e mescolare bene per evitare che si formino grumi. Aggiungere un cucchiaino di porto. Montare a neve ben ferma solo 2 albumi e aggiungerli poco per volta alla crema, mescolando dolcemente dal basso verso l'alto per evitare che si smontino. 
In una terrina mettere i biscotti e sbriciolarli con una forchetta facendo attenzione a non ridurli in polvere. Aggiungere le nocciole e mescolare. Disporre nelle coppette uno strato di questa miscela, poi qualche cucchiaiata di crema e infine disporre le pesche sgocciolate. Decorare con delle nocciole tritate. 

giovedì 5 luglio 2012

crema fredda di pomodoro

L'idea della crema fredda di pomodoro mi viene in mente ogni volta che faccio il gazpacho. Adoro questo piatto spagnolo e quando arriva l'estate lo preparerei sempre, se non avesse qualche postumo: la cipolla, l'aglio , il peperone e i cetrioli costituiscono un mix veramente "esplosivo"!!!!!
E allora mi è venuta l'idea del "GAZPACHO ITALIANO"!!!!!
Il procedimento è analogo, gli ingredienti sono simili ma con un tocco di italianità e il risultato è veramente saporito e gradevole. E molto più leggero.
ingredienti per 4 persone:
600gr di pomodori
1/4 di cipolla di Tropea
8 foglie di basilico
60gr di pane raffermo senza crosta
2 cucchiai di aceto
1 bicchiere di acqua
sale
pepe
peperoncino in polvere
olio extra vergine di oliva
50gr di stracciatella
esecuzione:
Fare a pezzi il pane raffermo e metterlo a bagno in acqua e aceto e lasciare una mezz'ora.  Mettere nel frullatore il pane ammollato e frullare bene sino ad ottenere un crema e poi metterla da parte. 
Lavare i pomodori e pelarli. Tagliarli a tocchi e metterli nel frullatore con la cipolla a pezzi e il basilico. Frullare bene e poi aggiungere la crema di pane, il sale, il pepe, l'olio e il peperoncino. Frullare ancora in modo da ottenere una crema omogenea e senza grumi. Assaggiare e regolare di sale e peperoncino secondo il proprio gusto. Mettere in frigo per almeno tre ore. 
Servire la crema fredda su delle coppette e decorare con una cucchiaiata di stracciatella, un filo d'olio e una foglia di basilico. 







giovedì 28 giugno 2012

garganelli al pesto di radicchio rosso e nocciole

Con questo caldo abbiamo tutti poca voglia di accendere tanti fuochi in cucina. Vada anche per l'insalata ogni tanto, ma a noi golosi piace comunque coccolarci con qualche buon piattino. E così continuo con la mia serie di "pesti" che hanno l'innegabile vantaggio di soddisfare il palato senza farci "spignattare" troppo.
Dopo tante combinazioni molto saporite oggi ve ne racconto una decisamente più delicata , ma molto, molto buona. Il segreto è nelle dosi che tenterò di darvi nella maniera più precisa, ma che poi come sempre sta a voi "aggiustare" secondo il vostro gusto.
Anche questo pesto può essere utilizzato da spalmare su dei crostini come antipasto.


ingredienti per 4 persone:
320gr di garganelli
50gr di radicchio rosso (io ho trovato quello di Chioggia)
50gr di nocciole pelate
40gr di Parmigiano Reggiano
sale 
pepe
olio extra vergine di oliva
esecuzione:
Sfogliare, curare e lavare il radicchio e metterlo ad asciugare su di un canovaccio. 
Mettere sul fuoco una pentola di acqua salata e quando bolle versare i garganelli. Mescolare bene e lasciare cuocere. Nel frattempo si può preparare il pesto. Mettere nel robot il radicchio asciutto, le nocciole, il parmigiano, il sale e il pepe e frullare. Aggiungere l'olio e frullare ancora. Assaggiare e aggiustare di sale.
Scolare i garganelli e versarli in una terrina assieme a un mestolo di acqua di cottura. Aggiungere qualche cucchiaiata di pesto,un po' di olio e mescolare. Aggiungere ancora parmigiano grattugiato secondo il proprio  gusto. 
il consiglio: Lavate qualche foglia di radicchio in più che poi utilizzerete per servire la pasta e spolverizzate il piatto con delle nocciole tritate.

lunedì 25 giugno 2012

mezzemaniche al pesto di pistacchi e pomodori secchi

Sono molto contenta perché ho visto che il mio pesto di rucola e pomodori secchi ha avuto moltissime visualizzazioni!!! Allora, visto che vi è piaciuto, vi dò la ricetta di un'altro pesto buonissimo! E facilissimo! C'è ancora il pomodoro secco ma questa volta assieme ai pistacchi e ovviamente al parmigiano e all'olio di oliva. E' molto saporito e io lo utilizzo per condire le mezze maniche. E poi alla fine adoro fare la "scarpetta"!!!
Una mia follower mi ha giustamente fatto notare che non ho specificato quali pomodori secchi ho utilizzato. Preferisco utilizzare quelli secchi che trovo dal mio fruttivendolo. In alternativa potete utilizzare quelli sott'olio che trovate al supermercato, ma in genere sono un po' meno saporiti e quindi forse conviene metterne un po' in più.....
ingredienti per 4 persone:
360gr di mezze maniche
2 pomodori secchi
50gr di pistacchi
una punta di Parmigiano reggiano
sale
pepe
olio extra vergine di oliva
esecuzione:
Fare scaldare una pentola di acqua salata e e quando bolle versare le mezze maniche. Mescolare bene e lasciare cuocere. Nel frattempo si può preparare il pesto. Mettere nel robot i pomodori, i pistacchi, il parmigiano, il sale e il pepe e frullare. Aggiungere l'olio e frullare ancora. Assaggiare e aggiustare di sale.
Scolare le mezze maniche e versarle con un mestolo di acqua di cottura nella terrina in cui si andrà a condire la pasta. Aggiungere qualche cucchiaiata di pesto,un po' di olio e mescolare. Servire spolverizzando con del parmigiano grattugiato grosso.